Vallisa Cultura
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Ayso Young Soloists T.sa Satalino

Settembre 24 @ 21:00 - 22:30

€5,00

Le Quattro Stagioni sono il ciclo più noto di composizioni vivaldiane: si tratta di quattro concerti, ispirati ciascuno ad una stagione dell’anno. Dei sonetti, probabilmente scritti dallo stesso Vivaldi, hanno ispirato e accompagnano le partiture dei quattro concerti, trasformando le note in vere e proprie immagini sonore. Un capolavoro barocco dove la straordinaria musicalità dei brani esalta la meraviglia, la sorpresa e la circolarità del tempo della natura.

Ne La Primavera la melodia imita, in tre diversi movimenti, il canto degli uccelli, il riposo del pastore insieme al suo cane e la danza finale di saluto alla stagione. L’Estate ha come tema il temporale rappresentato nel suo impetuoso sopraggiungere e poi scatenarsi. Nell’Autunno protagonista principale è Bacco, dio romano del vino e delle feste, che con l’ebrezza procurata dal vino conduce in un clima trasognato. L’Inverno giunge con il suo vento gelido e una pioggia che con il suo battere reso musicalmente dai pizzicati cade lentamente sul terreno.

Las cuatro Estaciones porteñas aprono un interessante dialogo tra le stagioni barocche e quelle novecentesche composte da Astor Piazzolla tra il 1964 e il 1970, qui nella versione di Leonid Desyatnikov. Un viaggio musicale che da Venezia conduce fino a Buenos Aires, tra tradizione colta e nuevo tango argentino. Due concezioni diverse di intendere il ritmo circolare della natura: la vena descrittiva e oggettiva di Vivaldi cede il posto ad una interpretazione emotiva e psicologica delle stagioni. Quello di Piazzolla è quindi un percorso di introspezione che si sposta dalla natura ai paesaggi interiori dell’animo umano, caratterizzati da sentimenti contrastanti e intense passioni.

 

PROGRAMMA
Antonio Vivaldi, Le Quattro Stagioni
Concerto Nº 1 in Mi maggiore, opera 8, RV 269 (La primavera)
I. Allegro, II. Largo e pianissimo, III. Allegro
violino solista: Gabriele Campeggio
Concerto Nº 2 in Sol minore, opera 8, RV 315 (L’estate)
I. Allegro ma non molto, II. Adagio e piano – Presto e forte, III. Presto
violino solista: Pasquale Allegretti Gravina
Concerto Nº 3 in Fa maggiore, opera 8, RV 293 (L’autunno)
I. Allegro, II. Adagio molto, III. Allegro
violino solista: Andrii Kulis
Concerto Nº 4 in Fa minore, opera 8, RV 297 (L’inverno)
I. Allegro non molto, II. Largo, III. Lento
violino solista: Ludovica Aurelia Fanelli
Astor Piazzolla, Las cuatro Estaciones porteñas (Arr. Leonid Desyatnikov)
Otoño porteño: violino solista: Francesco Paolo D’Alessandro
Invierno porteño: violino solista: Sara Diomede
Primavera porteña: violino solista: Pasquale Allegretti Gravina
Verano porteño: violino solista: Ludovica Aurelia Fanelli

Dettagli

Data:
Settembre 24
Ora:
21:00 - 22:30
Prezzo:
€5,00
Categoria Evento:

Luogo

Cattedrale

Organizzatore

Vallisa Cultura
Telefono:
3917951137
Email:
info.vallisa@gmail.com

Biglietti

The numbers below include tickets for this event already in your cart. Clicking "Get Tickets" will allow you to edit any existing attendee information as well as change ticket quantities.
Biglietti are no longer available

Notti SacreAnche per quest’anno 2022 il programma di Notti Sacre disegna un percorso musicale che spazia tra generi diversi, presentando esecutori giovani e affermati. È stato preparato un programma vario e originale, che non ha paura di accostare alla musica barocca una musica frutto di contaminazioni e di ricerca sonora. Al primo posto di questo programma c’è l’ascolto della musica vocale e corale. Il mezzo soprano Sonia Prina, eccellente voce barocca, sarà accompagnata dall’Orchestra barocca S. Teresa dei Maschi diretta da Sabino Manzo; l’ensemble Laboratorio Settecento del Conservatorio “Niccolò Piccinni” di Bari eseguirà il Gloria di N. Piccinni; la splendida voce del soprano Valentina Farcas accompagnata dal pianista tedesco Manuel Lange eseguiranno alcuni brani di autori del ‘900 dal titolo “Sulle ali del canto”.

Notti Sacre ha sempre avuto un’attenzione verso i cori giovanili, infatti abbiamo la presenza di ben otto cori che eseguiranno, fra l’altro, numerosi brani composti da giovani autori viventi. Fin dall’inizio abbiamo dato ampio spazio a nuove musiche composte per l’occasione, specialmente la Messa di inizio rassegna è stata sempre accompagnata da musiche nuove. Giovanni Tamborrino ed Enzo Quarto hanno preparato un concerto che ha come titolo “l’ascolto nel silenzio”. Anche l’organista Gianvito Tannoia ha composto un Te Deum per orchestra, fisarmonica e coro. La presenza di giovani musicisti caratterizza da sempre le varie edizioni di Notti Sacre. Apprezzeremo l’arpista Claudia Lamanna, vincitrice di un premio internazionale a Gerusalemme che le ha aperto le porte di una carriera splendida; sarà accompagnata da un’altra giovane pianista Annarosa Partipilo.  Ascolteremo anche il giovane percussionista Niccolò Fino, compositore ed esecutore di alcuni suoi brani, sempre alla ricerca di nuove sonorità.

L’organista Margherita Sciddurlo è una presenza costante nella nostra Rassegna; quest’anno la ascolteremo insieme alla fisarmonicista Saria Convertino nella Basilica di san Nicola.  Anche la presenza dell’orchestra e del coro “Frammenti di Luce” diretti da don Maurizio Lieggi è presente fin dall’inizio nella nostra Rassegna.

Ormai da qualche anno abbiamo realizzato una collaborazione con la HfKM di Ratisbona e con  Sinke Roos responsabile di una agenzia artistica con sede a Frisinga in Germania. Quest’anno saranno presenti l’organista Pier Damiano Peretti Professore della MDW di Vienna; il duo Nikola Lutz (Tárogató) e Nenad Ivanovic (Bajan); il coro Stimmgold (6 voci a cappella).

Fin dall’inizio, 12 anni fa, abbiamo sempre ospitato l’Orchestra Metropolitana della Città di Bari; anche quest’anno eseguiranno la Messa dell’incoronazione K. 317 di W.A. Mozart con quattro solisti dell’Accademia del Teatro alla Scala di Milano, il coro La Chorus diretto da Luigi Leo e la direzione del maestro Michele Nitti. L’orchestra farà anche un omaggio ad Antonio Molinini, scomparso da un anno, eseguendo una sua Serenata n.1 per archi.

Ricorderemo anche i 150 anni della nascita di don Lorenzo Perosi, eseguendo la Missa Benedicamus Domino con il coro “Dilecta Musica” diretto da Vincenzo Damiani.

Un grazie alle varie Confraternite che ci ospitano nelle loro chiese; un grazie ai Padri Domenicani e al parroco della Cattedrale don Franco Lanzolla. 

Anche quest’anno “I Custodi della Bellezza” ci accoglieranno all’ingresso delle varie chiese. 

Don Antonio Parisi direttore artistico di “Notti Sacre”